Il caldo intenso dell’estate, che quest’anno ha colpito prima l’Italia meridionale e in questi ultimi giorni anche quella settentrionale, rende il condizionatore un elettrodomestico molto utile. Un elettrodomestico che può essere, però, anche la causa principale di piccoli problemi fisici e soprattutto di incrementi notevoli nelle bollette dell’elettricità.

Ecco, quindi, cinque consigli su come usare al meglio i condizionatori senza rimpianti.

Differenza di temperatura di 5-6°C

Il condizionatore dev’essere usato sempre come mitigatore della temperatura: la differenza fra quella esterna e quella interna, infatti, non dovrebbe mai superare i 5-6°C. In questo modo, oltre a ridurre i consumi, si eviteranno pericolosi sbalzi termici.

Chiudere bene porte e finestre

Per lavorare al meglio il condizionatore necessita di porte esterne e finestre ben chiuse, soprattutto nelle ore più calde della giornata. Tenere socchiusa anche solo una piccola finestra peggiora l’isolamento e aumenta notevolmente il consumo del condizionatore stesse, che deve “faticare” per raffreddare un ambiente con temperature più alte.

Lasciare libero il passaggio del flusso d’aria

Per una resa ottimale, è necessario che l’aria fluisca liberamente dall’impianto. È quindi necessario che l’area di fronte, a sinistra e a destra del condizionatore sia totalmente sgombra.

Pulire i filtri periodicamente

I filtri dell’aria sono uno strumento fondamentale per assicurare che non si concentrino pollini, polveri, acari e altri elementi in sospensione dannosi per il nostro apparato respiratorio. È necessario, quindi, che i filtri debbano essere puliti periodicamente, per evitare sprechi di energia e problemi respiratori: sarebbe meglio pulire i filtri anche prima del primo utilizzo stagionale del condizionatore.

Indirizzare il flusso d’aria verso l’alto

O, per lo meno, non direttamente sulle persone. L’aria fredda, più pesante di quella calda, tende a scendere e quindi è sufficiente direzionare il flusso di aria fredda verso l’alto per rinfrescare tutti gli ambienti. Un flusso ad “altezza d’uomo”, invece, è causa di dolori cervicali, alla schiena e articolari.

Per regolare al meglio la temperatura degli impianti di condizionamento (privati ma anche industriali), fan-coil e generatori d’aria, la nostra soluzione si chiama LC150. È un termostato elettronico a batteria, utilizzabile sia in inverno sia in estate: il suo design moderno e la durata di 3 anni delle sue batterie (due pile stilo di tipo AA) lo rendono uno strumento comodo e molto versatile.

LC150 è solo uno dei nostri strumenti di termoregolazione: clicca qui per scoprirli tutti.