fbpx Skip to main content

In alcune città italiane i termosifoni sono stati già accesi, in altre non è ancora il momento ma sta per arrivare.
A questo proposito, i giorni precedenti alla prima accensione dei termosifoni potrebbero essere quelli giusti per la verifica dell’efficientamento energetico della propria caldaia (operazione da non confondere con la manutenzione annuale).
L’esito positivo di questa verifica è dimostrato dal cosiddetto bollino blu (o bollino verde).

Qual è la differenza fra bollino blu e bollino verde?
Sostanzialmente nessuna, cambia soltanto l’Ente preposto alla verifica e la popolazione dei comuni in cui è installato l’impianto.
Per caldaie installate in comuni fino a 40mila abitanti si parla di bollino verde, e il controllo è di competenza della Regione o della Provincia (o della Città Metropolitana). Per comuni con più di 40mila abitanti, invece, si parla di bollino blu e la verifica spetta direttamente al Comune stesso.

Ogni quanto tempo va fatto?
Dipende dalla potenza e dall’alimentazione (gasolio, legna, pellet) della caldaia. Vanno quindi tenute a mente queste scadenze per il controllo dell’efficientamento energetico:

  • Ogni anno per caldaie a combustibile liquido (ad esempio il gasolio) o solido (legna e pellet) con potenza superiore a 100 kW;
  • Ogni due anni, nel caso di caldaie a combustibile liquido o solido (con potenza compresa fra i 10 e i 100 kW) e a gas, metano o GPL (con potenza superiore a 100 kW);
  • Ogni quattro anni, per caldaie a gas con potenza compresa fra 10 e 100 kW.

L’operazione di controllo, che deve essere eseguita soltanto da tecnici autorizzati dai Comuni (o dalle Regioni o Province, nel caso del bollino verde), prevede in realtà due semplici passaggi: dopo una verifica del funzionamento generale dell’impianto, viene eseguita la prova di combustione e la misurazione dei fumi di scarico.
Sono proprio questi valori a determinare la corretta efficienza dell’impianto: nel caso di valori fuori scala è necessario riparare la caldaia e riprogrammare un nuovo controllo.
Oltre a evitare multe salate, il bollino blu (o verde) attesta il corretto funzionamento della vostra caldaia e vi farà dormire sonni tranquilli. Sonni che saranno ancor più tranquilli se deciderete di installare uno dei nostri strumenti dedicati alla sicurezza gas.
Dai rilevatori a uso civile alle centraline per fabbriche e aziende, sino alle sonde gas, sia convenzionali sia indirizzate: clicca qui per scoprire tutta la gamma completa.